Trattamento del sovrappeso e dell’obesità

Obesità e fegato
Marzo 23, 2017
Mostra tutto

Trattamento del sovrappeso e dell’obesità

Si mette il benessere della persona al centro dell’attenzione proponendo attività fisiche combinate con un’alimentazione corretta per favorire uno stato di benessere e di equilibrio psico-fisico. Si esegue un approccio medico alla situazione metabolica, alla nutrizione e alla riabilitazione nutrizionale con attenzione prevalente alla matrice psicologica nella strutturazione di interventi nutrizionali specifici e nel mantenimento dei risultati ottenuti.

Presa in carico totale del paziente con rapporto prolungato nel tempo, con visite di controllo settimanali o bisettimanali, ciascuna delle quali e costituita da:
– Valutazione metabolica e nutrizionale
– Valutazione dell’efficienza fisica con strutturazione di un programma personalizzato metabolico nutrizionale, psicologico che tenda ad ottenere risultati definitivi e stabili nel tempo.

Diagnosi

    1. Valutazione clinica
      • Visita medica
      • Screening ematochimico
      • Consulenza cardiologica
      • Studio delle apnee notturne
      • Valutazione del bilancio energetico ( peso ideale,peso ragionevole,bmi,valutazione dell’introito e del comportamento alimentare )
    2. Valutazione della composizione corporea impedensiometria o b.i.a.

Esame non invasivo diagnostico che permette di effettuare l’analisi della composizione corporea attraverso la lettura della bioimpedensiometria intra ed extracellulare. Si effettua lo studio della distrettualità del tessuto adiposo: Peso e percentuale di massa grassa,massa magra , acqua e metabolismo basale, che insieme ai risultati ematologici e storia clinica del paziente permettono di valutare il tipo di dieta da prescrivere e l’apporto calorico giornaliero più indicato

    1. Valutazione delle intolleranze alimentari

Alcuni sintomi come vertigini,alternanza di peso,prurito,ritenzione di liquidi,aerofagia e meteorismo ecc,possono essere dovuti ad intolleranza alimentare; per eliminare questi problemi è necessario evidenziare quali alimenti ne sono la causa ed impostare una terapia dietetica e farmacologica in grado di cancellare l’intolleranza.

    1. Valutazione dello stress ossidativo

Errate abitudini alimentari,inquinamento ambientale, fumo, ecc sono le cause in grado di provocare aumento della produzione dei radicali liberi che vengono associate a patologie importanti come quelle cardiovascolari,diabete,invecchiamento cutaneo e cerebrale. Attraverso semplici esami ematologici siamo in grado di valutare l’entità dello stress ma anche l’efficacia della terapia prescritta.

    1. Valutazione genetica (personal genetics)

Le necessità nutrizionali,il dispendio energetico,la tendenza all’accumulo di grassi sono strettamente legati alle informazioni contenute nel nostro dna, il personal genetics analizza i geni chiave del metabolismo di grassi e zuccheri; il test analizza i geni appartenenti all’area del metabolismo dei grassi e all’area del metabolismo degli zuccheri i quali rappresentano i meccanismi principali di dispendio energetico e di deposizione del grasso corporeo. Si valuterà come l’organismo sia predisposto a consumare energia e quale sia la sua predisposizione all’accumulo di grassi.

Protocollo medico nutrizionale

    1. Dieta mediterranea
    2. Liposcultura alimentare (dietoterapia lipolitica)

Questo protocollo permette di controllare la secrezione di insulina,la perdita di massa grassa, protezione della massa magra. Il percorso è strutturato in diverse fasi differenziate progressivamente al bilanciamento e alla riabilitazione nutrizionale

E’caratterizzato da:

      • Assenza di fame
      • Rapidità di risultati
      • Facilità di esecuzione
      • Protezione della massa magra
      • Diminuzione della iperinsulinemia e insulina resistenza tipiche dei pazienti in sovrappeso, riducendo in modo marcato lo stimolo rappresentato dai carboidrati

Indicazione

      • Fallimento delle diete convenzionali
      • Quando il sovrappeso o obesità sia un fattore aggravante di artrosi, sindrome metaboliche ,terapie ormonali, ipotiroidismo,insufficienza venosa arti inferiori ecc.
      • Terapia per cellulite e adiposità localizzate associate a tecniche di medicina estetica
      • Periodo pre o post –operatorio,quando e’auspicabile una perdita di peso
      • Carenza di massa muscolare e ipotonia nell’anziano
      • Periodi di allenamento e di competizioni nello sportivo

Il percorso assistito è associato a fitoterapici specifici, che permette di controllare la secrezione di insulina, stimolare la perdita di massa grassa, proteggendo l’attività metabolica dei tessuti nobili e assicurando un bilancio azotato equilibrato. Viene effettuato un percorso nutrizionale normoproteico con integrazioni di vitamine, antiossidanti.

Deve essere distinto dalle cosiddette diete iperproteiche, poiché la somministrazione delle proteine non deve superare nella giornata il fabbisogno fisiologico del soggetto.

Percorso 1:

        dieta del sondino senza sondino

Percorso 2:

        liporiduzione

fase 1

            di

liporiduzione(21 giorni)
fase 2

            di

transizione(21 giorni)
fase 3riequilibrio metabolico

    1. Dieta ipocalorica

Nella fase successiva del protocollo si proseguirà con un percorso nutrizionale ipocalorico personalizzato, con reintroduzione graduale dei carboidrati, associato a farmaci omotossicologici e/o fitoterapici fino al raggiungimento del risultato stabilito.

    1. Fase di mantenimento

Si consiglia uno schema alimentare bilanciato e corretto,in funzione dei parametri biologici evidenziati durante il percorso e in ottemperanza alle esigenze del paziente associando un programma di attività motoria adatto al paziente per il mantenimento dell’efficienza fisica.

Si consiglia alla fine del percorso controllo medico a 60-90 giorni