Dietologia

Sovrappeso e Obesità

Studio e terapia integrata nel trattamento del sovrappeso e dell'obesità


Attraverso lo studio di specifici parametri ci permette di valutare lo stato clinico del paziente
  • Indice di massa corporea (BMI)
  • Rapporto vita /fianchi (WHR)
  • Indice di obesità periferica o ginoide
  • Studio delle pliche tricipitale-bicipitale-sottoscapolare-sovrailiaca

Esame non invasivo e attendibile per valutare la composizione corporea, determinando i seguenti parametri:
  • FM MASSA GRASSA
  • FFM MASSA MAGRA
  • ECM MASSA METABOLICAMENTE ATTIVA
  • TBW ACQUA CORPOREA TOTALE
  • ECW ACQUA CORPOREA EXTRACELLULARE
  • ICW ACQUA CORPOREA INTRACELLULARE


L’intolleranza alimentare o ipersensibilità è dovuta ad un fenomeno di accumulo di determinati alimenti (non è allergia ). Gli effetti delle intolleranze alimentari sono di tipo subclinico e non acuto che nel giro di pochi giorni possono provocare a carico di diversi organi processi infiammatori. Pertanto risulta essere di estrema importanza la diagnosi di intolleranza alimentare e la corretta gestione della dieta, al fine di ottenere la diminuzione o la remissione del sintomo. Al termine di un periodo di alimentazione controllata sarà possibile ripristinare la tolleranza verso gli alimenti precedentemente dannosi.


Gut screenig e il Test per lo studio delle disbiosi intestinali permettono di valutare la composizione della flora intestinale, infiammazione, e permeabilità intestinale. Numerose sono le condizioni patologiche dovute ad alterazione della microflora intestinale. Il test ci consente lo studio e la ricerca di microorganismi patogeni o parassiti ed un eventuale disequilibrio della flora intestinale

GUT SCREENING : E’ un test che analizza sia la parte digestiva che la parte infettiva del microbiota dove si valuterà la flora intestinale protettiva ( bifidi,lactobacilli ) e anche la presenza e la misura della flora patogena ( parrasiti, funghi, batteri patogeni ) con eventuale aromatogramma e antibiogramma ZONULINA FECALE : E’ un’ormone prodotto dalle cellule enteriche che ha il compito di dilatare gli interstizi fra le cellule intestinali provocando maggiore o minore permeabilità ,fattore determinante in molte patologie intestinali tra cui INTOLLERANZE ALIMENTARI, SENSIBILITA’ AL GLUTINE, COLON IRRITABUILE. CALPROTECTECTINA : Studia la presenza di eventuale infiammazione intestinale

Test per programmare un piano alimentare in base al proprio patrimonio genetico

Tecnica ecografica per la misurazione diretta del grasso viscerale ( tessuto adiposo viscerale ) con una valutazione definita numericamente e riproducibile nel tempo. Utile sarà una valutazione prima e dopo i vari percorsi nutrizionali, evidenziando il collegamento tra i fattori di rischio cardiovascolari e l’ aumento del tessuto adiposo viscerale FIBROMAX TEST Esame non invasivo in grado di effettuare la diagnosi e una valutazione della steatosi epatica (fegato grasso ) , indice preciso della evoluzione infiammatoria del fegato grasso . Verranno espressi i risultati di 5 test epatici :
  • FIBRO- test : Diagnosi e quantificazione di una possibile fibrosi epatica
  • ACTH- test : Attività infiammatoria virale nei confronti delle cellule del fegato
  • STEATO- test : diagnostica la steatosi epatica e il grado di accumulo lipidico nelle cellule epatiche
  • ASH-test: diagnostica le steatopatie alcoliche
  • NASH- test : diagnostica la steatopatia non alcolica nei pazienti in sovrappeso, diabetici, dislipidemici, soggetti con insulinoresistenza

Esame non invasivo in grado di effettuare la diagnosi e una valutazione della steatosi epatica (fegato grasso ) , indice preciso della evoluzione infiammatoria del fegato grasso . Verranno espressi i risultati di 5 test epatici :
  • FIBRO- test : Diagnosi e quantificazione di una possibile fibrosi epatica
  • ACTH- test : Attività infiammatoria virale nei confronti delle cellule del fegato
  • STEATO- test : diagnostica la steatosi epatica e il grado di accumulo lipidico nelle cellule epatiche
  • ASH-test: diagnostica le steatopatie alcoliche
  • NASH- test : diagnostica la steatopatia non alcolica nei pazienti in sovrappeso, diabetici, dislipidemici, soggetti con insulinoresistenza

Si monitorizza lo stato di benessere della persona in particolare in soggetti in sovrappeso o in sindrome metabolica Si studierà :
  • Valutazionoe dellla insulinoresistenza e predisposizione al diabete tipo 2
  • Funzionalita epatica e quadro lipidico
SI valuterà lo studio di 2 ormoni prodotti in eccesso o in difetto dal grasso addominale: LEPTINA e ADINOPECTINA

Percorsi nutrizionali diversi per:

  • Sovrappeso e obesità

  • Sindromi metaboliche con rischio cardiometabolico

  • Pazienti affetti da steatosi epatica con rischio di fibrosi epatica

  • Diabete tipo 2

  • Policistosi ovarica con iperinsulinemia

  • Adiposità localizzate e cellulite

  • Dislipidemie

  • Intolleranze alimentari

  • Percorso pre-post chirurgia bariatrica


Fase 1

  • Liposuzione non chirurgica alimentare
  • Terapia nutrizionale a basso stimolo insulinemico
  • Verrà prescritto uno dei 3 protocolli

Dieta del sondino senza sondino per 10 giorni

Il metodo consiste in un trattamento in cui la nutrizione avviene senza applicazione del sondino nasogastrico e si basa sulla somministrazione di preparati proteici in carenza di carboidrati e di grassi.

La somministrazione delle proteine non deve superare il fabbisogno fisiologico del soggetto, 1.5 gr. per l’uomo e 1.2. gr di proteine per le donne pro kg di peso corporeo ideale.

Non è assolutamente un dieta iperproteica tipo atkints o metabolica ugualmente iperproteica. La fonte energetica è data dalla massa grassa e gli zuccheri provengono dal metabolismo degli aminoacidi glicogenetici.

Durata: 10 giorni; successivamente si procede ad una fase di reintroduzione di carboidrati a basso indice glicemico.

Risultati: Calo del 7-10 % del peso corporeo (circa 7-8 kg. ) con riduzione della solo massa grassa e mantenimento della massa magra.

Dieta Oloproteica

Durata: da 14 a 21 giorni;

Alimentazione con cibi proteici magri, verdure a basso indice glicemico e riduzione significativa dell’ introito di carboidrati.

Integrazione proteica personalizzata tramite 50 % con integratori in polvere a base di sieroproteine arricchite in aminoacidi ad alto valore biologico e l’altro 50 % con alimenti proteici diverse varietà di pesce o carni .

La quota totale di proteine da assumere ogni giorno tramite gli alimenti e l’integratore , viene calcolata ogni giorno secondo il metodo del prof. Blackburn ,ovvero 1.2 gr per la donna e 1.5 gr per l’uomo per kg di peso ideale.

Ci sarà integrazione con minerali alcalinizzanti, potassio, magnesio, calcio e supplementazione con oligoelementi, vitamine, fruttooligosaccaridi, omega 3 e fitoterapici ad azione drenante.

La dieta sarà normoproteica.

Dieta Proteica (con pasti sostitutivi)

Protocollo per chi non vuole rinunciare ai cibi abituali

Prevede l ‘ assunzione di prodotti proteici ipoglicidici in busta pronti all’ uso (es. : pasta,biscotti,muffin,fette biscottate,panini ecc ) facili da usare con ampia gamma di sapori dolci e salati di altissima qualità che uniscono valori nutrizionali e sapore.

Il protocollo si sviluppa in due step:

  1. La liposuzione alimentare rappresenta la “fase d’attacco” ripetibile anche a cicli se necessario
  2. Il metodo prevede il proseguimento con diete ipocaloriche mitigate in cui si reintegreranno gradualmente tutti gli alimenti fino ad un raggiungimento ad un modello alimentare ispirato a quello delle dieta mediterranea

Fase 2

Transizione

Mantieni il risultato

Questa è una fase di transizione

In questa fase si reintegrano gradualmente tutti gli alimenti a livello quantitativo tramite un regime alimentare basato sul modello della dieta ipocalorica mediterranea.

Contestualmente si riduce l'introito proteico con integratori o prodotti ipoglicidici.

Questo regime alimentare ha lo scopo di consolidare i risultati della prima fase.


Fase 3

Riequilibro Metabolico

Dieta mediterranea

Questa dieta si basa sui principi tradizionali della cucina mediterranea in funzione delle esigenze caloriche, metabolismo basale e abitudini alimentari del paziente. Dallo studio della composizione corporea, circonferenze e pliche corporee si stabilisce il suo fabbisogno calorico giornaliero e l'eventuale ritenzione idrica e si calcola quanto deve diminuire il suo peso corporeo a carico solo della massa grassa e salvaguardare la massa magra.

Chiama subito

Prenota un appuntamento senza alcun impegno ne costo, oppure manda un messaggio dalla pagina contatti